Costruire alternative all'editoria tradizionale: open peer review e archivi di preprint

Partecipare alla produzione di conoscenza: come funziona la citizen science

Riflessioni (giuridiche) a margine della pubblicazione di un articolo scientifico

Contratti trasformativi, cosa sono e a che punto siamo in Italia

Valutazione della ricerca: il cambiamento è iniziato

Sono un:
Ente Finanziatore
Ricercatore
Istituzione
Cittadino
E voglio informazioni su:
Open Science
Gestione dei dati della ricerca
Regolamenti Open Science
Repository
Enti finanziatori e Open Access
OS Progetti e Iniziative
Segnalazioni e notizie
+
Strumenti utili di cui si è sentito parlare all'EOSC Symposium

Sono state 4 giornate intentissime  quelle dell'EOSC Symposium appena concluso a Praga. Segnalo in ordine sparso alcuni strumenti molto utili: 1) INOSC Open Science Community Incubator per creare una comunità Open Science (di ricercatori) - può essere molto utile che chi ha tempo si...

20/11/22   |   Elena Giglia
+
La biografia di Aaron Swartz, attivista e pioniere dei movimenti per gli open data e l'open access

Aggiustare il mondo. La vita, il processo e l’eredità dell’hacker Aaron Swartz Milano University Press pubblica la biografia di Aaron Swartz, "una delle vicende umane più appassionanti, incredibili e tragiche dell'informatica moderna", per usare le parole dell'autore Giovanni Ziccardi.  ...

16/11/22
+
How to find a Plan S-compliant journal for your research with the Journal Checker Tool

The Journal Checker Tool (JCT) is a web-based tool which provides guidance to researchers on how to align with their funder’s Plan S-compliant Open Access policy when seeking to publish in the journal of their choice.  Who is the Journal Checker Tool for ?  The JCT is designed to...

A proposito di...

Le pratiche della scienza aperta sono ancora più centrali nel nuovo programma di finanziamento europeo. E l’effettiva capacità di metterle in pratica e integrarle nel lavoro di ricerca è oggetto di valutazione nella proposta di progetto.

L’Open Access alle pubblicazioni deve essere immediato (non sono più ammessi periodi di embargo), ma più in generale l’attenzione si rivolge a tutti i risultati e gli elementi della ricerca.

Un repository è una piattaforma digitale con cui è possibile raccogliere, gestire e conservare articoli scientifici, dati, software, note di laboratorio o qualsiasi altro prodotto della ricerca. In sostanza è uno dei principi fondamentali della scienza aperta è tra i principali strumenti dell’open access.

Le decisioni prese (o non prese) nelle prime fasi di un lavoro di ricerca hanno effetti importanti sul lavoro stesso e sulla sua futura diffusione. Le tecnologie da usare, la licenza di riuso da applicare, gli aspetti etici sono alcune delle questioni da non trascurare.

Incentivare i ricercatori a diffondere con gli strumenti dell’Open Science la conoscenza che producono permette di ottimizzare i costi, facilitare il monitoraggio dei fondi e distribuire le risorse con maggiore efficienza. Nonché a migliorare l'impatto che la ricerca ha nella società.

Aderire a un modello di scienza trasparente e collaborativa comporta molte più opportunità per i ricercatori. Perché non è più solo la pubblicazione che conta, ma si valorizzano anche i dati, i software, i protocolli o altri prodotti della ricerca. Aumentando così le possibilità di essere citati e in generale farsi conoscere, fare rete, instaurare collaborazioni ed essere riconosciuti a livello internazionale.

Raccogliere in un unico punto tutta la produzione intellettuale di una istituzione ha molti vantaggi. Innanzi tutto interni - per chi insegna o studia, per esempio - ma anche come vetrina verso l’esterno. Tanto più se l’archivio è open access. 

Open Science vuol dire opportunità anche per i cittadini. Opportunità di una scienza fatta meglio, improntata alla trasparenza e alla collaborazione, fatta per la società e con la società. Una scienza di cui è possibile sapere di più e a cui tutti possono contribuire.

Eventi